You need to upgrade your Flash Player

guarda la galleria su dispositivi mobili

Legge istitutiva 19 maggio 1971, n. 403


PROFESSIONE SANITARIA AUSILIARIA DEL MASSOFISIOTERAPISTA

Pubblicata nella Gazzetta Ufficiale 30 giugno 1971, n. 162

Articolo 1 La professione sanitaria ausiliaria di massaggiatore e massofisioterapista è esercitabile soltanto dai massaggiatori e massofisioterapisti diplomati da una scuola di massaggio e massofisioterapia statale o autorizzata con decreto del Ministro per la sanità, sia che lavorino alle dipendenze di enti ospedalieri e di istituti privati.
Gli enti mutualistici, previdenziali,assistenziali ed assicurativi sono autorizzati a sostenere o rimborsare le spese per prestazioni massoterapiche e fisioterapiche solo se queste sono effettuate da massofisioterapisti diplomati sia che lavorino alle dipendenze di enti ospedalieri e di istituti privati, sia che esercitino la professione autonomamente.

Il mansionario: DM 7 Settembre 1976 GU N°54 Febbraio 1978
“Il massofisioterapista è in grado di svolgere tutte le terapie di massaggio e di fisioterapia in ausilio all’opera dei medici sia nel libero esercizio della professione sia nell’impiego in enti pubblici e privati, nell’ambito delle disposizioni di legge.
Pertanto esegue ed applica tutte le tecniche del massaggio e della fisioterapia sull’ammalato secondo le istruzioni del sanitario, a livello di personale ausiliario e di terapista della riabilitazione.”

La formazione: La formazione del Massofisioterapista è triennale come previsto dallo stesso DM 7/Settembre/1976.
Opera dietro prescrizione medica.
Ha un'ampia competenza ed esperienza formativa in medicina manuale e utilizzo di energie fisiche (macchinari elettromedicali)che ammonta a più di 2250 ore tra pratica e teoria. La formazione è sottoposta a costante verifica d'esame pratico e teorico nelle materie scientifiche attinenti alla sfera della medicina riabilitativa umana.
La competenza formativa è regionale e Statale ed il relativo titolo abilita all'esercizio professione sanitaria ausiliaria.
E' professione sanitaria ausiliaria non riordinata e configurata nei termini del vecchio ordinamento come sancito dal Consiglio di Stato con sentenza N°5225/2007 non appare nell'elenco delle professioni sanitarie ausiliarie della riabilitazione poichè professione non riordinata come appunto citato dalla 5225/2007.
I corsi sono attivi anche per non vedenti negli Istituti di Napoli, Firenze,Palermo e Catania -
decreto 10 Luglio 1998 -
Detti Istituti speciali regionali e di Stato, per coerenza costituzionale e giuridica, accettano iscrizioni anche di vedenti in misura non superiore ad un terzo dell'aula attivata (v.RD. 13-11-1924 T.U. n. 2349 ancora in vigore).
Quanto alle Regioni, non sono tenute a stabilire un tetto di entrata per l'accesso ai corsi negli Istituti accreditati. un breve excursus del regime normativo disciplinante la figura professionale in esame.
In origine era stata istituita, con L. 570/1961, la figura professionale del “massofisioterapista cieco”; alla quale si aggiunsero poi quella di massofisioterapista diplomato presso scuole statali o autorizzate dal Ministero della sanità (v. L. 403/1971), e quella di massofisioterapista diplomato presso scuole regionali previste dai DD.PP.RR. 4/1972 e 10/1972.
Sono appunto queste le scuole che continuano legittimamente a formare detta figura in conformità della sentenza del CDS 5225/2007.

tratto da wikipedia.


NOTA PER I PAZIENTI
Si ricorda che per tutti i trattamenti terapeutici è
obbligatoria la prescrizione/diagnosi medica (riabilitazione ortopedica, massoterapia, kinesi...).
Diverso è per i trattamenti di benessere/riequilibranti non di carattere terapeutico(massaggio thailandese,zero-balancing)
Le prestazioni massofisioterapiche  sono detraibili fiscalmente.


ShoppingASEhandelASErhvervIndexDKServiceIndexDK